Per star bene in famiglia - CENTRO FORMAZIONE BETANIA

MENU
Vai ai contenuti

Per star bene in famiglia

Aree tematiche > Articoli
Prima edizione: Nuova Fiordaliso, settembre 1998
 
Introduzione  di Padre Luciano Cupia o.m.i. (1927-2014)
Psicologo e presidente del Centro La Famiglia di Via della Pigna in Roma
Assistente della Pattuglia Famiglia del MASCI
Docente di Spiritualità della Famiglia alla Pontificia Università Gregoriana
 
Questo libro nasce da tanti amori. Per primo dall’amore di una coppia, di una bella coppia. Poi dall’amore della fede vissuta nell’ascolto della Parola di Dio. E infine, dall’amore per lo Scautismo, che è una Associazione d’amore, costituita in gran parte di coppie, il MASCI.
 
Ci metto volentieri anche il mio amore di prete, che da più di trent’anni si interessa di famiglie e di scout. Tralasciando ogni ipocrita modestia, affermo di aver trascorso gran parte della mia vita in comunione con coppie felici e con coppie in difficoltà, fondando un Centro di Preparazione al Matrimonio, un Consultorio familiare e una Scuola di formazione per consulenti familiari.
 
Posso quindi dire che sono felice di veder nascere questa delicata opera, che amerei definire una “chicca” di Lectio divina. Nasce da una coppia autentica, che è competente, specialista fin tanto che si vuole, ma che è soprattutto carica dell’amore coniugale e parentele.
 
È quindi un regalo che una coppia fa ad altre coppie, un aiuto del simile al proprio simile, come suggeriva Paolo VI nella Humanae vitae. Le quattordici tappe presentate costituiscono un manuale completo della vita di una normale famiglia, offrendo spunti geniali di meditazione sulle varie situazioni in cui una coppia e una famiglia si può trovare.
 
Si leggono agilmente, si capiscono e soprattutto entrano nell’intimo della relazione. Possono essere utilizzate dalle Comunità dell’AGESCI e del MASCI nei loro incontri. Possono essere oggetto di lettura per quanti si interessano di preparazione al matrimonio e in genere per coloro che si preparano a diventare operatori della pastorale familiare, che è la prima e assoluta preoccupazione del nostro papa. Dopo aver letto queste pagine posso dire che sono il tentativo riuscito di “unire il Cielo e la Terra” come diceva un grande maestro ebraico: Rabbi Na’ham di Breslev. Unire cioè la parte corporea e quella spirituale, che ogni coppia racchiude in sé.

Opera ardua, poiché forte è la tentazione di fuggire nello spiritualismo oppure di adagiarsi nell’appiattimento giornaliero. L’itinerario, quindi, incomincia a provocare il suo effetto benefico. Percorretelo delicatamente e dolcemente. Leggendolo insieme ai figli, nel silenzio e nell’amore.
LEGGI ON LINE O SCARICA IL LIBRO




Torna ai contenuti