CENTRO FORMAZIONE BETANIA

MENU
Vai ai contenuti
Claudio Gentili, fondatore insieme a Laura Viscardi del Centro Formazione Betania, affronta un tema complesso e delicato, il nuovo Disegno di Legge a firma di Alessandro Zan “Misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità”.
L’Instrumentum Laboris  delle Settimane Sociali  ha messo a  fuoco l’importanza di sfuggire dalle scorciatoie ideologiche e dal pensiero  settario, sui temi ecologici, come sulle altre grandi sfide  che ci interpellano, dalla potenza illimitata della tecnica,  alla rivoluzione digitale,  alla  povertà e alla crisi della democrazia.  Abbiamo bisogno di un pensiero aperto, adottando il metodo della laicità, del pluralismo, della ricerca dialogica. (continua a leggere).


Claudio Gentili incontra il 20 luglio in Vaticano il Segretario di Stato, cardinale Parolin con il Comitato scientifico dell'XI FESTIVAL Dsc (Verona 25-28 novembre 2021).
L'avvenire dell'umanità passa attraverso la famiglia! E', dunque, indispensabile ed urgente che ogni uomo di buona volontà si impegni a salvare ed a promuovere i valori e le esigenze della famiglia. Un particolare sforzo a questo riguardo sento di dover chiedere ai figli della Chiesa. Essi, che nella fede conoscono pienamente il meraviglioso disegno di Dio, hanno una ragione in più per prendersi a cuore la realtà della famiglia in questo nostro tempo di prova e di grazia. Essi devono amare in modo particolare la famiglia. E' questa una consegna concreta ed esigente. Amare la famiglia significa saperne stimare i valori e le possibilità, promuovendoli sempre. Amare la famiglia significa individuare i pericoli ed i mali che la minacciano, per poterli superare. Amare la famiglia significa adoperarsi per crearle un ambiente che favorisca il suo sviluppo. E, ancora, è forma eminente di amore ridare alla famiglia cristiana di oggi, spesso tentata dallo sconforto e angosciata per le accresciute difficoltà, ragioni di fiducia in se stessa, nelle proprie ricchezze di natura e di grazia, nella missione che Dio le ha affidato.
(San Giovanni Paolo II da "Familiaris Consortio")

"In famiglia è necessario usare tre parole. Vorrei ripeterlo. Tre parole: permesso, grazie, scusa. Tre parole chiave!. Quando in una famiglia non si è invadenti e si chiede permesso, quando in una famiglia non si è egoisti e si impara a dire grazie, e quando in una famiglia uno si accorge che ha fatto una cosa brutta e sa chiedere scusa, in quella famiglia c’è pace e c’è gioia. Non siamo avari nell’utilizzare queste parole, siamo generosi nel ripeterle giorno dopo giorno, perché «alcuni silenzi pesano, a volte anche in famiglia, tra marito e moglie, tra padri e figli, tra fratelli». Invece le parole adatte, dette al momento giusto proteggono e alimentano l’amore giorno dopo giorno". (Papa Franceso - Es. Ap. Amoris Laetitia)

«Fratelli tutti», scriveva San Francesco d’Assisi per rivolgersi a tutti i fratelli e le sorelle e proporre loro una forma di vita dal sapore di Vangelo. Tra i suoi consigli voglio evidenziarne uno, nel quale invita a un amore che va al di là delle barriere della geografia e dello spazio. Qui egli dichiara beato colui che ama l’altro «quando fosse lontano da lui, quanto se fosse accanto a lui». Con queste poche e semplici parole ha spiegato l’essenziale di una fraternità aperta, che permette di riconoscere, apprezzare e amare ogni persona al di là della vicinanza fisica, al di là del luogo del mondo dove è nata o dove abita... (Fratelli tutti - Lettera Enciclica di Papa Francesco)
La Fondazione Centesimus Annus - Pro Pontifice, promuove Corsi di Formazione in Dottrina Sociale della Chiesa (DSC) rivolti a dirigenti o quadri pubblici e privati, professionisti, accademici,imprenditori e religiosi, che hanno l’obiettivo di formare ai principi e all’agire della DSC. Con il corso, infatti, la Fondazione si propone di favorire la crescita di una comunità di persone pensanti e coese che possa incidere nelle realtà operative e vitali a cui la Fondazione si rivolge...
Torna ai contenuti